Un nuovo inizio, una nuova vita

Buongiornooo❤️

Prima colazione da campioni in un locale piuttosto rinomato della mia nuova città: Milano 🏙

Ho trovato un ambiente completamente diverso da quello da cui provengo, prevalentemente rurale e semplice, ma forse è proprio per questo che sono molto affascinata ed entusiasta di questo nuovo capitolo della mia vita! 

Tornando alla colazione, sono andata da Princi Balery…posto eccezionale, molto caldo e accogliente dove si possono gustare prodotti da forno come pizza, brioches , croissants e anche macedonie con lo yogurt 😋

Io ho scelto un invitante croissant alla crema con un lampone…AMO I LAMPONI! L’altro croissant è invece alle mandorle, più particolare ma ugualmente ottimo. Ve lo consiglio vivamente 😘

E voi? Come avete fatto colazione?

Annunci

Razza morbida in crema di zucca gialla

Ecco qui come promesso in un post precedente…una pietanza dell’antipasto misto del ristorante “Il grillo”.

Non lo trovate carinissimo? Carino quanto buono: crema di zucca gialla e cannella, razza e semi di zucca 🎃 🐟

Ammetto che non amo particolarmente la zucca gialla, la trovo troppo dolce per i miei gusti e questa è stat una delle rare occasioni che l’ho mangiata. La cannella inoltre sembra renderla ancora più dolce. Tuttavia nell’insieme si ottiene un piatto gustoso e non banale e il tocco in più dato dal contrasto della croccantezza dei semi di zucca salati con la zucca cremosa e dolce è qualcosa di inimmaginabile.

Carbonara di pesce spada

Se qualcuno venisse dalle mie parti e mi chiedesse in quale posto potrebbe mangiare del buon pesce, sono sicura che il primo nome che mi verrebbe in mente è proprio quello di questo locale 🐟

Qui si può trovare infatti un mix di piatti tradizionali, come la classica insalata di seppie, e di piatti particolari…soprattutto per quanto riguarda gli antipasti! C’è molta varietà ed è insolito che andando lì due serate, si mangi in entrambi gli stessi antipasti. Vengono infatti utilizzati solo ingredienti di stagione, permettendo così una vasta gamma di accostamenti e pietanze.

Ho in serbo per voi un piatto di un antipasto preso lì che pubblicherò in seguito…ora beccatevi questo piatto di carbonara di pesce spada! 🍝

Il piatto che va fortissimo in questo locale è proprio questa carbonara! Non si può venire qui e non ordinarla, forse è un po’ come venire in Italia e non mangiare una pizza 🙈

Questa non è la ricetta del ristorante e temo che non sia nemmeno alla sua altezza dato che loro la fanno veramente troppo, troppo, troppo buona! Un capolavoro, ve lo assicuro 😋 tuttavia non è detto che non si possa comunque provare a farla.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 400g di spaghetti
  • 4 tuorli di uova
  • 2 bistecche di pesce spada possibilmente affumicate
  • 50g di parmigiano
  • Salvia
  • Sale
  • Pepe

PROCEDIMENTO:

  1. Mettere l’acqua sul fuoco aspettando che inizi a bollire, per poi aggiungere il sale e gli spaghetti.
  1. Eliminare la pelle del pesce spada e tagliarlo in strisce sottili di circa 0,5 cm. Se il trancio è troppo spesso dividerlo a metà. Cuocere il pesce spada in padella con un filo d’olio per qualche minuto, finché non è ben rosolato.
  1. Versare i tuorli d’uovo in una ciotola, il parmigiano e il pepe. Mescolare tutto con una frusta e aggiungere anche un cucchiaio di acqua della pasta in cottura in modo da ottenere un composto cremoso.
  2. Porre la pasta in un tegame caldo, quello in cui è stato cotto il pesce spada, aggiungere il composto a base di tuorli e distribuire bene il composto e aggiungere delle foglie di salvia.

Quando l’amore è ciò che conta

Buongiorno ☀️

Qualche giorno fa è stato il compleanno del mio ragazzo e non ho voluto pubblicare niente per godere pienamente del giorno di festa. Oggi però condivido questa pizza con voi.

Una sera, un po’ di tempo fa, ha voluto prepararmi una cenetta speciale ed ecco qua un piatto che mi fa venire l’acquolina ogni volta che lo rivedo. Pizza con farina di tipo 1, meno raffinata e più ricca di fibre, pochissimo lievito madre essendo a conoscenza della mia difficoltà nel digerire il lievito e un condimento semplice ma mai banale:

-mais, zucchine a rondelle, pomodorini

-salsiccia, cipolla rossa, rosmarino

Bella, fatta con amore e soprattutto buona! Un gesto che ho superapprezzato ☺️ e in questo post colgo anche l’occasione per ringraziarlo per i tanti suggerimenti e insegnamenti che spesso mi dà.

Panbrioche alla Nutella

Ieri sera ho passato una piacevole serata tra amici mangiando pizza fatta a casa, come ho pubblicato sulla storia, sempre e rigorosamente fatta con farina di tipo 1 e lievito madre. Inoltre, nessuna cenetta può essere “completa” se manca di dolce 🍰

Infatti ho sempre pensato che, soprattutto il ristorante, se il dolce non è buono è in grado di rovinare un pasto squisito!

Perciò ho preparato questa torta…stavolta sono stata un po’ “disonesta” perché ho usato il Bimby che mi è stato prestato per provarlo. Prometto che la rifarò interamente con le mie mani 🤞🏻

Ad ogni modo si tratta di una torta brioche sofficissima e gustosissima aromatizzata al limone e con ripieno di Nutella. L’abbiamo mangiata calda calda, appena sfornata, ed il tutto si scioglieva in bocca in un mix di sapori ben accostati.

Per quanto riguarda il Bimby, lo adoro perché rende semplicissimi procedimenti che altrimenti necessiterebbero di numerosi utensili e molta fatica. Tuttavia mi fa personalmente sentire un po’ “disonesta” come detto sopra perché ho avuto la sensazione di non aver fatto niente 😂😂

Comunque ecco qua la ricetta per chi ha il Bimby, per chi vuole invece la ricetta “tradizionale” dovrete aspettare un po’…prima o poi la pubblicherò, promesso!

INGREDIENTI:

  • 2 uova
  • 1 tuorlo per spennellare
  • 500gr di farina Manitoba
  • 30gr di lievito di birra
  • 130gr di latte
  • 120gr di burro molto morbido
  • 50gr di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 buccia di limone grattugiata
  • Nutella a piacere (o marmellata)

PROCEDIMENTO:

1 Mettere nel boccale asciutto la buccia di limone grattugiata. Impostare 15 secondi, velocità 7

2 Aggiungere il latte, il lievito, il burro e lo zucchero. Impostare 1 minuto a 37°C, velocità 1

3 Aggiungere le uova. Impostare 30 secondi, velocità 3

4 Aggiungere la farina e il sale. Impostare 2 min, vel. spiga

5 Far lievitare nel boccale per un’ora.

6 Stendere la pasta rendendola piuttosto sottile e tagliarla in piccoli cerchi che devono essere poi farciti e piegati (vedete il disegno sotto). Occorre poi disporli in una teglia coperta da carta da forno, uno accanto l’altro.

8 Far lievitare ancora un’ora dentro la teglia.

9 Spennellare la superficie con il tuorlo e far cuocere in forno a 180° per circa 20/25 minuti (non cuoce molto facilmente, io l’ho dovuta lasciare per 30 minuti)

Farcire, chiudere a metà come se fosse un panzerotto, avvicinare tra loro le estremità. La forma finale è simile a quella di un tortellino.

Tacos con manzo, salsa guacamole e pomodorini

Buongiorno ☀️

Ritorna come sempre ogni martedì il #martedìinternazionale che ci trasferisce con la mente e col sapore in tutte le parti del mondo. Per ora le nazioni citate sono state una più diversa dell’altra, da Londra a Singapore, dalla Russia alla Spagna e al Giappone.

Oggi, per la vostra gioia, introduco una nuova nazione: il Messico 🇲🇽

In Italia ci sono molti ristoranti messicani dove si possono gustare i piatti tipici, credo che infatti a nessuno di voi risultino nuovi nomi come: empanadas, nachos, tacos, burritos,…

La prima volta che mi sono veramente messa all’opera ai fornelli completamente da sola è stato quando ho preparato una cenetta messicana. Mi avevano lanciato una sfida, forse pensando che avrei fatto un disastro 😂, ho accettato e ho avuto successo💪🏻💪🏻

Quindi oggi condivido con voi un piatto che feci in quella cena (e a seguire le prossime volte condividerò anche tutti gli altri). Sfortunatamente credo che molti di voi conoscano già la ricetta…ma ciò non mi ferma nel condividere la mia: oggi tocca ai tacos con manzo, salsa guacamole e pomodorini 🌮

Sapevate che si chiama “taco”, in italiano “tappo”, perché la tortilla viene completamente riempita?😋

Si tratta di una ricetta facile, anzi facilissima, gustosa e veloce. Inoltre c’è bisogno essenzialmente di pochissimi ingredienti.Provate perché ne vale la pena ed è un ottimo “salva-cena” per quando si ha ospiti e poche idee per la tavola.

INGREDIENTI:

PER IL TACO:

  • 250g di macinato di manzo
  • 4 tortillas per fare i tacos
  • Pomodorini
  • 1 cipolla
  • Paprika
  • Magggiorana essiccata
  • 1 cucchiaino di cumino
  • Pepe
  • Coriandolo fresco

PER LA SALSA GUACAMOLE:

  • 1/2 cipolla
  • 1 pomodoro
  • 1 avocado
  • Succo di limone

PROCEDIMENTO:

  1. Scaldare le tortillas nel forno secondo le indicazioni date dalla confezione.
  2. Preparare la salsa tagliando a pezzi la cipolla, il pomodoro e l’avocado. Frullare il tutto, condire con sale, olio e succo di limone a piacere.
  3. In un pentolino cuocere la carne macinata con un filo d’olio e aggiungere le spezie. A parte il cumino, non so indicarvi le quantità delle altre spezie perché si basa molto sui gusti personali. Per non sbagliare occorre aggiungerne poche per volta e assaggiare finché non ottenete il sapore perfetto. Cuocere per 5 minuti aggiungendo dei cucchiai d’acqua e mescolare.
  4. Riempire i tacos con la carne macinata, la salsa guacamole, cipolla tritata e i pomodorini a pezzetti.

Insalata di quinoa

Buongiorno ❤️

Oggi voglio condividere con voi questo piccolo e semplice piatto di insalata di quinoa. La conoscete? Vi piace?

Per chi non la conoscesse, la quinoa è una pianta originaria della Bolivia 🇧🇴 e del Perù 🇵🇪 imparentata agli spinaci e alle barbabietole ma che viene spesso erroneamente scambiata per un cereale. Non essendo perciò un cereale non contiene glutine e quindi è accessibile si celiaci. Ne esistono diversi tipi: bianca rossa e nera, ma in ogni caso è un alimento ricco di antiossidanti, amminoacidi essenziali, magnesio e proteine. Aiuta in caso di problemi digestivi e intestinali.

Questa insalatina estiva è fatta di:

-quinoa

-tonno

-basilico

-pomodoro a pezzetti

Per cuocere la quinoa, occorre prima sciacquarla bene in modo che non sia amara per poi versarla in una pentola con acqua dove deve bollire per 10-12 minuti. Attenzione, per ogni bicchiere di quinoa versato sono necessari 2 bicchieri di acqua!

Ravioli al vapore di Singapore

Buongiorno ❤️

Ormai il martedì è diventato sinonimo di cucina internazionale e perciò eccoci qui a proseguire la rubrica #martedìinternazionale.

Questa prima settimana di settembre ci spostiamo con la mente e col gusto in oriente, precisamente a Singapore 🇸🇬 ci siete mai stati? Io purtroppo no e questa foto mi è stata fornita da una mia cara amica che proprio in questi giorni è in vacanza lì. L’oriente ha sempre qualcosa di affascinante: natura, modernità, tradizione, tutto in un mix intrigante!

In foto possiamo vedere un piatto di ravioli, non trovate che somiglino molto a quelli cinesi? Infatti sono molto simili…con la differenza che i ravioli cinesi hanno solitamente un ripieno esclusivamente di carne mentre questo contengono anche i crauti. Ad ogni modo, la ricetta dei ravioli è originaria della Cina e non può essere quindi considerato un vero e proprio piatto di Singapore.

Questi ravioli vengono chiamati jiaozi🥟 (che significa “corno”, nome attribuito a causa della sua forma) o gyoza e sono molto comuni soprattutto in Cina, Giappone e Corea. Sono formati da un ripieno di carne avvolto da una pasta sottile e ondulata, il tutto cotto al vapore. Secondo la tradizione jiaozi furono inventati da un medico cinese Zhang Zhongjing allo scopo di curare il congelamento alle orecchie👂🏻

Inoltre vengono mangiati solitamente come antipasto o spuntino.

Potete trovarli surgelati in ogni piccola bottega di cibo etnico, divisi in base al tipo di cottura che necessitano e in base al ripieno. Per chi è più temerario invece, ecco qui la ricetta…buona fortuna!🍀

INGREDIENTI PER 20 JIAOZI:

PER LA PASTA

  • 259g di farina 00
  • 150ml di cqua
  • Sale

(Potete trovare la pasta già pronta anche in un qualsiasi pastificio)

PER IL RIPIENO

  • 150g di maiale macinato
  • 1 carota
  • 100g di cavolo cinese
  • 2g di zenzero fresco
  • Erba cipollina q.b.
  • 2 cucchiai di salsa di soia

PROCEDIMENTO:

  1. Disporre su una spianatoia la farina a fontana e aggiungere un pizzico di sale, l’acqua poco a poco e mischiare il tutto. Lavorare finché l’impasto non è compatto e sodo e a questo punto coprirlo con una pellicola trasparente e lasciarlo riposare per un’ora.
  2. Lavare il cavolo la carota e tritare entrambi e l’erba cipollina finemente. Aggiungerli al maiale macinato e mescolare. Condire con dello zenzero grattugiato e due cucchiai di salsa di soia. Mescolare e amalgamare tutto per poi lasciare riposare mezz’ora in frigo.
  3. Stendere la pasta su una spianatoia infarinata e fare dei dischi di circa 5cm di diametro usando un bicchiere o un tagliapasta. La pasta dev’essere molto sottile perciò è bene schiacciare i dischi ancor di più col mattarello.
  4. Mettere il ripieno sulla metà di ogni disco e chiudere premendo sui bordi in modo che si sigilli bene. Aiutatevi anche con una forchetta se necessario.
  5. Porre i ravioli su un cestello per la cottura a vapore coperto all’interno di foglie di cavolo. Chiudere col coperchio e far cuocere per 15 minuti finché la pasta non diventa trasparente (tradizionalmente viene usato un cestello di bambù per porre i ravioli che poi vengono cotto sopra il wok riempito con 1,5cm di acqua bollente…ma si tratta di uno strumento non molto comune nella cucina italiana). Servire e gustare quando sono ancora ben caldi!

Petto di pollo con peperoni gialli

A cena con due degli ingredienti che preferisco di più e che mi piace mangiarli in ogni maniera: petto di pollo 🍗 , buono sia al naturale, che impanato, che con le verdure, ecc… e il peperone giallo, ricco di vitamina C di cui abbiamo molto bisogno!

Si tratta di un piatto semplice e forse anche banale ma vi propongo lo stesso la versione che si cucina a casa mia che può risultare un po’ più light. Da me infatti non si usa condire molto e cuocere con l’olio…si mangia insomma un po’ insipido ma sicuramente fa molto bene alla salute! 💪🏻

INGREDIENTI:

  • 4 fettine di petto di pollo
  • 1 peperone giallo
  • 1 spicchio d’aglio
  • Rosmarino q.b.
  • Sale
  • Olio

PROCEDIMENTO:

  1. Lavare il peperone, togliere la parte bianca all’interno e tagliare il resto a pezzetti. Cuocere i pezzetti in padella con dell’acqua. L’acqua non deve mai asciugarsi del tutto perciò aggiungerne se necessario.
  2. Aggiungerci un pizzico di sale, lo spicchio d’aglio schiacciato e un po’ di rosmarino. Far cuocere finché il peperone non diventa morbido.
  3. In un’altra padella antiaderente cuocere il petto di pollo e condirlo con un po’ di sale. Aggiungere dell’acqua se inizia ad attaccarsi alla superficie della padella o dell’olio (io preferisco usare qui, come per i peperoni, l’acqua in modo che sia meno condito).
  4. Una volta che sia il pollo che i peperoni sono cotti, impiattare e condire con un filo d’olio a crudo. Se preferite gli straccetti alla fettina di pollo, tagliate quest’ultima a pezzetti e fate un’insalatina col peperone.

WordPress.com.

Su ↑

Crea il tuo sito web su WordPress.com
Inizia ora